Vai a sottomenu e altri contenuti

LETTERA APERTA E SOPRATTUTTO 'FIRMATA' AGLI 'ANONIMI'

Numero: 201228 Data: 05/11/2012 Categoria: NOTE E COMUNICAZIONI DEL SINDACO DI GAIRO

Ai cari cittadini che distribuiscono volantini anonimi privi di firma nelle strade di Gairo con l'intento di denigrare e offendere il sindaco e altri amministratori o personale del Comune, rivolgo l'invito a confrontarsi sui temi interessanti il paese alla luce del sole senza nascondersi al buio.
La critica quando espressa positivamente è anche costruttiva e può aiutare anche chi amministra a crescere e migliorarsi: a giovarsene è sempre l'intera collettività.
Non si fa l'interesse dei gairesi, invece, distribuendo volantini in forma anonima e vigliacca!
Inoltre, anche criticare va bene, ma se la critica non si basa, come nel caso del volantino anonimo, su attribuzioni false e su offese alle persone, cosa che dimostra l'unico scopo di colpire gli altri e non certo di migliorare Gairo!
Nel merito delle questioni sollevate si citano argomentazioni riconducibili a una polemica ferragostana (frutto anche di qualche equivoco) ormai abbondantemente superata, peraltro, dopo un confronto con sindacati e i responsabili del cantiere comunale (non dell'ente foreste che ha curato solo progettazione e direzione lavori!) verde. Certo è che nessuno aveva intendimento di schiavizzare i lavoratori, ma solo richiamare come datore di lavoro e nell'interesse di tutti a realizzare un bel cantiere che, come si vede nei fatti, sta portando buoni risultati e ha convinto l'amministrazione a fare domanda e ad ottenere un altro finanziamento che consentirà anche ai primi del 2013 di assumere altri 8-9 disoccupati!
In relazione alla considerazione che Gairo avrebbe più dipendenti di quanto dovrebbe, il comune è perfettamente in linea con la media degli altri 8.000 e passa comuni italiani, anzi, alcuni dipendenti venuti meno negli anni scorsi non si sono potuti neppure sostituire e pure con le ultimissime vacanze verificatesi in organico e attese per la fine del 2012, si potranno ai sensi di legge sfruttare solo alcune possibilità offerte dalla mobilità e/o da alcune ridotte possibilità assunzionali che riducono al 40% di una cessazione gli ambiti di manovra dei comuni.
Certo è che questi limiti, così come capita in tutti i piccoli comuni, potranno tradursi in grandi difficoltà per l'espletamento delle minime attività amministrative, considerando anche che basta che si assenti un dipendente che si rischia di non poter aprire un ufficio essenziale!
Altro che esuberi! Ma, forse si è d'accordo con i provvedimenti di Monti e, quindi, si preferirà dal 2013-2014 cominciare a fare i conti con l'azzeramento di tutti gli assessori, la riduzione dei consiglieri, la trasformazione del sindaco nell'assessore dell'Unione e, nel trasferimento di bilanci e personale all'Unione dei Comuni? Al riguardo, sappiano i fautori montiani, non v'è che da attendere e si sarà accontentati!
Le accuse del voto di scambio, di malaffare, malizie mafiose, profitti personali, ecc. ecc., il già sentito (in passato) ciclico richiamo alla Magistratura, come tutte le accuse non supportate da fatti concreti e testimonianze - ed è il caso di specie - lasciano il tempo che trovano e non meritano alcuna risposta se non quella della totale indifferenza e della condanna: facile sputare addosso fango alle persone quando ci si nasconde vigliaccamente dietro il buio, anzichè venire in consiglio comunale aprendosi al confronto. Che vergogna e che spessore come persone! Complimenti a questi grandi piccoli uomini!
A queste calunnie risponderò per altri due anni e mezzo semplicemente con il consueto impegno e sacrificio a favore di Gairo, in termini di passione e dedizione, come sempre ho fatto, per cercare di dare volontariamente un contributo al miglioramento del paese e far trovare alle nuove generazioni un contesto migliore di come l'ho ereditato! Dovremo tutti fare così, non sporcare Gairo con comportamenti che non merita più!
Cari anonimi (non offendetevi, non so come chiamarvi) mi auguro che superiate questi metodi barbari di confronto e non diate questi esempi negativi basati sulle cattiverie ai vostri figli ed ai giovani. Alla comunità, nella sua interezza, il compito di correggere queste distorsioni e queste schifezze.
Sulla carriera al capolinea viene davvero da sorridere! Ognuno di noi sa quali sono i propri limiti e i propri punti di forza e, pur nella consapevolezza che - visto il livello generale dei rappresentanti istituzionali ai vari livelli - neppure un mediocre come me sfigurerebbe, così come vanno dandomene atto spesso in altri contesti esterni a Gairo dove per l'appunto bene mi conoscono, so con certezza che il mio capolinea è rappresentato dalla mia famiglia e dai miei affetti personali piu' cari, dai miei hobby e le mie passioni, tra le quali anche la politica quella con la P maiuscola!Una passione politica che mi porterà per altri due anni e mezzo a concentrarmi su alcune priorità per Gairo,confidando possano trovare anch'esse una positiva risoluzione e che, certamente, continuerà per tutta la mia vita anche in altre forme e contesti senza pretese carrieristiche e senza che tale passione subisca alcun tipo di inquinamento.
Gairo, lì 4 novembre 2012
IL SINDACO DI GAIRO
Roberto Marino Marceddu

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
LETTERA APERTA E SOPRATTUTTO 'FIRMATA' AGLI AUTORI DI VOLANTINI 'ANONIMI' Formato pdf 387 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto