Vai a sottomenu e altri contenuti

UN DESERTO LUNARE CHE DOVREBBE FARCI ARROSSIRE E VERGOGNARE TUTTI!

Numero: 201222 Data: 14/09/2012 Categoria: NOTE E COMUNICAZIONI DEL SINDACO DI GAIRO
UN DESERTO LUNARE CHE DOVREBBE FARCI ARROSSIRE E VERGOGNARE TUTTI!


Nonostante nell'ultimo decennio siano state spese ingenti risorse pubbliche nell'area denominata ''Trunconi'' (dove si è provveduto a piantumarla con essenze arboree, recintarla, ampliare e manutenzionare i canali pluviali per la regimentazione delle acque), spiace oggi constatare l'inutilità della maggior parte degli interventi realizzati. Infatti, oggi la situazione e' la seguente:
recinzione divelta e/o sottratta, incendi, presumibilmente dolosi, che hanno compromesso il lavoro svolto precedentemente con soldi pubblici ed infine, nonostante i divieti imposti da leggi nazionali e regionali, il pascolo del bestiame continua ad essere incompatibile con i programmi di riforestazione e salvaguardia dell'area improntata maggiormente alla nascita di un bosco adulto che tuteli l'abitato dal punto di vista idrogeologico e porti ad un paesaggio meno lunare e più adatto al contesto naturale in cui vorremo trovarci come paese montano!!!
L'ultima occasione, in termini temporali, di provare a ripristinare e riqualificare l'area ci è data dal finanziamento dei Cantieri Verdi!
Morale: è purtroppo arrivato il parere negativo e critico (giustamente) dell'Ispettorato Forestale competente per territorio che manifesta contrarietà affinché vengano utilizzate ulteriori risorse pubbliche nell'area in oggetto perché il Comune e tutta la comunità nell'insieme non è riuscita a garantire gli scopi e il rispetto delle lavorazioni previste nei precedenti lavori effettuati. Questo fatto, ovviamente, piu' di tante altre considerazioni, dovrebbe far arrossire la comunità nel suo complesso e ogni singolo cittadino, anche se la causa e' di poche persone!
Si ribadisce che, a fronte di un'area vasta come il Trunconi, circa 50 ettari, il Comune ha sempre trovato difficoltà a garantire la vigilanza e a riservare e salvaguardare le lavorazioni fatte nell'area, per il semplice motivo che non si posseggono i mezzi sufficienti per poter vigilare e garantire ad esempio che le essenze impiantate portino a compimento il loro percorso vegetativo, infatti la maggior parte delle stesse ad oggi risultano essersi o seccate o danneggiate dal bestiame.
Per onor di verità, visto che negli ultimi anni sono stati frequenti gli incendi probabilmente dolosi nell'area o in parte di essa, secondo la Legge nazionale 353 del 21/11/2000, non è consentito nei 5 anni successivi all'evento doloso, il pascolo, la piantumazione e qualsiasi lavorazione attinente l'area in oggetto. Ecco, in questo contesto, l'attuale Amministrazione crede sia opportuno in modo fermo e concreto intervenire con la popolazione e sensibilizzare la stessa affinché capisca che siamo forse l'unico paese montano della zona interna che non ha un patrimonio boschivo sopra il proprio abitato e questo dovrebbe spingerci a contribuire, ognuno di noi, a tutelare e garantire con i nostri comportamenti virtuosi a realizzare un sogno che ormai dura da tantissimi anni, visto e considerato che forse mai nessuno credo abbia conosciuto una situazione paesaggistica del genere e tanto auspicata credo da tutti!
Dopo un attento ulteriore sopraluogo, voluto dall'attuale Amministrazione, l'Ispettorato Forestale, e di questo bisogna renderne merito e ringraziarli, ha autorizzato l'esecuzione, in una sorta di deroga, e in funzione sempre della Protezione Civile e dell'incolumità dei cittadini gairesi, alcune lavorazioni come una fascia parafuoco e il ripristino di una recinzione che tuteli e salvaguardi dal bestiame l'area e aiutino e accelerino il naturale accrescimento dell'attuale vegetazione e macchia mediterranea che vorremo sia protetta e non distrutta come in questi ultimi anni compromettendo un sogno!!!
Per questo ci si rivolge a tutta la popolazione avvisandola che non saranno più tollerate le seguenti attività nell'area in oggetto avvertendo che, di concerto con Compagnia Barracellare, Polizia Municipale e Corpo Forestale, (ed Ente Foreste una volta ultimata la concessione) verranno applicate le sanzioni previste per legge ai trasgressori per impedire venga ostacolato il progetto di crescita boschiva.
Si rinnovano i già esistenti divieti, pertanto sarà vietato:
 Immettere capi di bestiame di qualsiasi genere al pascolo brado nell'area che verrà prossimamente ridelimitata con recinzione.
 Abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto organico, inerti o altro, mettendo a rischio oltre che l'ambiente anche la sicurezza dei cittadini qualora i rifiuti ostruiscano durante le piogge i canali di guardia.
 Danneggiare o sottrarre o modificare la recinzione metallica e i cancelli.
Ogni volta che l'Amministrazione interviene in opere di bonifica o di recupero, vengono utilizzate delle risorse a discapito di altre opere che la popolazione sempre ci chiede. Siamo convinti che se tutti collaborassimo come cittadini alla salvaguardia del territorio le risorse avrebbero sicuramente una migliore e gradita destinazione comprese opere che potrebbero essere dislocate sul territorio al servizio di cacciatori, allevatori, agricoltori e non solo!
Se per almeno 10-15 anni riuscisse la comunità di Gairo a rispettare l'area in questione siamo convinti che il bosco, in modo naturale, senza incendi, senza pascolo, prevarrebbe su tutto riqualificando il paese e riempiendo di orgoglio tutta la comunità che, invece, deve vedere sopra di se un vergognoso deserto lunare!
Per far ciò è necessaria la collaborazione di tutti. Se invece si continuerà indifferenti a non rispettare le regole ed a maltrattare il territorio e quindi se stessi, oltre che a rischiare le sanzioni previste, tramanderemo ai nostri figli che decideranno di trascorrere la loro esistenza a Gairo un futuro magari agiato economicamente, ma povero di spazi naturali, di boschi e ricco di rifiuti che sicuramente non incentiverà le nuove generazioni a rimanere in paese! E tutti noi saremo complici di questa situazione, quindi combattiamola e capiamo quali sono veramente i valori ambientali e della vita!


IL SINDACO DI GAIRO

Roberto Marino Marceddu

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
UN DESERTO LUNARE CHE DOVREBBE FARCI ARROSSIRE E VERGOGNARE TUTTI! Formato pdf 314 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto