Vai a sottomenu e altri contenuti

IMU - Comunicazione ai Cittadini

Numero: 201216 Data: 13/06/2012 Categoria: NOTE E COMUNICAZIONI DEL SINDACO DI GAIRO
Nella situazione di Gairo, in cui dopo 60 e passa anni non ci hanno ancora trasferito completamente i terreni sui quali è stato ricostruito il paese

AVVISO PER I CITTADINI - AI FINI IMU


Nella situazione di Gairo, in cui dopo 60 e passa anni non ci hanno ancora trasferito completamente i terreni sui quali è stato ricostruito il paese (manca il Foglio 18 e i suoi mappali che in base agli impegni assunti dall'Agenzia del Territorio, dovrebbe essere oggetto di definizione nel 2012), in cui, per i terreni e gli immobili già trasferiti, ci sono 50 assegnatari dei 100 chiamati per la firma del contratto di proprietà che non si sono presentati, mentre degli altri 50 che hanno stipulato il contratto con il Comune per l'acquisizione dell'immobile, non tutti hanno ancora fatto l'accatastamento (e potrebbero essere sanzionabili ai fini IMU), era naturale che ai fini dell'applicazione dell'imposta sorgessero dubbi ed incertezze.
Dovrebbe essere in itinere il trasferimento anche della parte mancante dell'abitato alla Regione e poi al comune, che potrà a quel punto chiamare anche i restanti cittadini alla firma dei contratti di cessione degli immobili, ma, non si possono imputare responsabilità a quest'Amministrazione che, anzi, in questi ultimi anni sta portando a compimento questo importante iter.
Oltretutto, si è inviato apposito quesito alla Corte dei Conti, all'Agenzia delle Entrate ed all'Agenzia del Territorio, in merito all'applicazione dell'IMU nella particolare fattispecie in cui si trova il nostro centro, anche se dalle prime notizie assunte non pare esserci dubbio alcuno che anche i gairesi debbano obbligatoriamente pagare l'imposta. Confidiamo avere notizie nelle prossime settimane e le divulgheremo adeguatamente ai cittadini.
In tale quadro, il consiglio comunale ha preferito diminuire le aliquote di base rispettivamente portandole al 3 per mille per le prime case, al 5,5 per mille per le seconde ed esentare gli ambiti rurali.
Inoltre, è preferibile che, onde non accumulare responsabilità che potrebbero portare a sanzioni elevate ciascuno provveda a calcolare e pagare l'imposta dovuta sulla base della rendita presunta.
La rendita presunta ovviamente, stante la mancanza di parametri certi per le motivazioni suesposte, può prestarsi a diverse interpretazioni. Si ritiene che sia conveniente procedere con il calcolo di essa, affidandosi al calcolo DOC.FA che si può effettuare con un tecnico di fiducia con il quale potrebbe realizzarsi l'accordo dello scomputo del costo necessario da quello più complessivo legato alle procedure di accatastamento che, successivamente, con l'acquisizione ormai imminente della proprietà degli immobili che ci sono stati assegnati, tutti dovremo realizzare, ma certo questo è solo un consiglio e non un obbligo per il cittadino.
In mancanza, infatti, il cittadino potrà servirsi anche di quanto indicato in termini di rendita presunta da parte del Responsabile dei Tributi del Comune di Gairo, al quale ci si può indirizzare per qualsiasi consiglio, indicazioni e assistenza.
E' lui, non l'Amministrazione, la quale è bene precisarlo ha solo compiti di indirizzo che ha determinato in Consiglio Comunale fissando le aliquote e assumendo il regolamento, ad avere la responsabilità per l'applicazione concreta delle imposte. Per questo, affermazioni provenienti da altri soggetti, chiunque essi siano e fossero anche amministratori, rischiano di essere fuorvianti.
Caso mai l'amministrazione può esercitare potere di controllo nel caso si palesino anomalie o disservizi, casi che devono sempre esserle segnalati.
All'uopo, si è chiesto al Responsabile suindicato già da diversi giorni di emanare urgentemente apposito manifesto per i cittadini con indicazione dei principali adempimenti IMU e si crede sia ormai in pubblicazione.
Insomma, in definitiva, si è cercato da un lato di individuare una soluzione la meno onerosa possibile e che consenta di evitare responsabilità al cittadino con comportamenti omissivi, dall'altro di individuare una metodologia per il calcolo della rendita presunta che si discosti il meno possibile dalla realtà della situazione concreta dell'immobile.
Ad ogni modo, nel giro di poco tempo, ormai, tutta la situazione di Gairo verrà a definirsi, e con riferimento anche a quei soggetti che pur chiamati per la cessione in proprietà degli immobili non si sono presentati o che se divenuti proprietari non hanno ancora eseguito il necessario accatastamento, evidentemente, sorgeranno sempre più delle implicazioni, talora anche di natura sanzionatoria nel caso si appalesino comportamenti omissivi di vario genere, che saranno direttamente connesse anche con l'applicazione di imposte quali l'IMU.
Ma, ovviamente, l'Amministrazione, confida che anche il singolo cittadino, man mano che si definisce l'iter dell'acquisizione dei terreni dallo Stato, contribuisca a cambiare mentalità per modo che sia più agevole anche per Gairo divenire finalmente un paese normale.
Comunque, in attesa di pubblicare il Manifesto da parte dell'Ufficio Tributi, si ritiene che per l'IMU, in sintesi occorra tener ben a mente quanto segue:
1. LA DICHIARAZIONE DELLA RENDITA PRESUNTA AI FINI IMU È SOTTO LA
RESPONSABILITÀ DI CIASCUN CITTADINO;
2. OGNI CITTADINO, CHE SI PRESENTA ALL'APPOSITO SPORTELLO COMUNALE COORDINATO DAL REPSONSABILE DELL'AREA TRIBUTI POTRA' AVERE COPIA DI UN PROSPETTO CHE CONTIENE GLI ELEMENTI NECESSARI PER IL CALCOLO DELLA RENDITA PRESUNTA SULLA BASE DEI DATI IN ESSO INDICATI, CALCOLO CHE POTRA' FARE PERSONALMENTE O RIVOLGENDOSI AL SINDACATO O ALTRO SOGGETTO PREVIO CORRISPETTIVO;
3. IL CITTADINO HA LA SCELTA, E NON L'OBBLIGO, DI RIVOLGERSI AD UN TECNICO DI FIDUCIA PER IL CALCOLO DELLA RENDITA TRAMITE L'APPLICATIVO DOCFA, MA, POTRA' ANCHE PRENDERE PER
BUONI ALTRI DATI IN PROPRIO POSSESSO E, CONSEGUENTEMENTE, PAGARE L'IMPOSTA SULLA BASE DI QUESTI ULTIMI;
4. IL COMUNE, OVVIAMENTE, POTRA (E DOVRA') PROCEDERE A SUCCESSIVI ACCERTAMENTI
NELLE IPOTESI IN CUI LA RENDITA DICHIARATA RISULTI PALESEMENTE INCONGRUA.

IL SINDACO DI GAIRO

Roberto Marino Marceddu

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
IMU - Ufficio Competente Formato pdf 98 kb
IMU - Comunicazione ai Cittadini Formato pdf 344 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto