Vai a sottomenu e altri contenuti

Dichiarazione del Sindaco su Cons. Com. del 30 settembre 2011

Numero: 201128 Data: 06/10/2011 08:30 Categoria: NOTE E COMUNICAZIONI DEL SINDACO DI GAIRO

DICHIARAZIONI DA RIPORTARE CON IL PRIMO PUNTO ALL'ORDINE DEL GIORNO DELLA SEDUTA
DI C.C. DEL 30.9.2011 E RELATIVE ALLA DELIBERA DI C.C. N°42/14.9.2011
*****
In riferimento alle osservazioni espresse durante il precedente Consiglio, Delibera n°42/14.9.2011, Anche al fine di fugare alcuni dubbi e perplessità dettate presumibilmente dall'inesperienza e dalla cattiva conoscenza dei percorsi amministrativo-politici, esprime quanto segue:
1. Talora capita che il Comune debba fare i conti con determinazioni improvvisamente assunte da altri enti, le quali obbligano a rispettare tempi talmente stringenti ed imperativi che si puo' essere costretti a decidere se sfruttare o meno delle opportunità anche finanziarie contenute nelle stesse determinazioni. Per questo puo' capitare di dover convocare d'urgenza il Consiglio anche con scadenza temporali piu' limitate rispetto a quelle dei 5 giorni, evenienza peraltro pienamente legittimata sotto il profilo normativo e regolamentare che tutti si è chiamati evidentemente a rispettare;
2. Se un'Amministrazione dovesse attendere i tempi necessari per un approfondimento preciso e dettagliato di opportunità come quelle che si verificano nei casi menzionati che certamente non si gradiscono, ma esistono e, pertanto, con esse bisogna farci concretamente i conti al di là delle mere enunciazioni teoriche ed astratte, non riuscirebbe certamente a sfruttare quelle opportunità che invece spesso si traducono in benefici per la comunità;
3. Talora la scelta è rigettare le decisioni assunte da altri enti che obbligano i Comuni a scelte immediate e senza aver la possibilità dei tempi necessari per tutti gli approfondimenti, quindi rifiutando in partenza la possibilità di ottenere magari dei benefici per il paese, ovvero, ancorchè delusi per queste improvvise pubblicazioni (per lo piu' di bandi regionali…), cercare di attrezzarsi (facendo una valutazione immediata, veloce e il piu' possibile capace di far capire se positiva o meno per la comunità) per sfruttare comunque una importante possibilità;
4. Lo stato del bilancio comunale puntualmente e piu' volte all'anno si puo' verificare da parte di tutti quando si approva il bilancio preventivo, il rendiconto, le ricognizioni, le variazioni, gli equilibri, ecc. Anche oggi, ad esempio, si potrà capire perché il nostro Comune anche sotto il profilo economico è un Comune classificato dal Ministero come un Comune ''VIRTUOSO'': infatti, ne parleremo dopo, nonostante le deficienze causate dalla condanna in capo al Comune determinatasi in sede civile per una storia di 25 anni fa, quando molti di noi non c'erano a fare gli Amministratori,ebbene, il Comune di Gairo ha sempre un avanzo di amministrazione che dimostra la lungimiranza, la cautela di quest'Amministrazione e delle altre che nello scorso decennio l'anno preceduta;
5. Infatti, nella contrazione di mutui si è interrotto drasticamente il vecchio modo di prevedere un mutuo per finanziare integralmente un'opera. Tranne qualche isolatissima eccezione, che peraltro si è reso possibile affrontare grazie alle nuove entrate, pari a circa 150.000 euro in piu' per anno, arrivate al nostro Comune per l'esclusivo impegno delle Maggioranze degli ultimi undici anni, si sono fatti alcuni - pochissimi - mutui per cofinanziare con piccole quote di risorse dei finanziamenti erogati dalla Regione Sarda che hanno permesso di realizzare importantissime opere per il nostro paese e superare tutto quello che non si è fatto soprattutto negli anni del commissariamento prefettizio. Così, per esempio, si è ottenuto un finanziamento di 500.000 euro a fronte dell'impegno del Comune di 50.000 euro. V'è da dire al riguardo che i mutui sfruttando quest'importante effetto moltiplicatore innovativo rispetto alla consuetudine del passato si sono contratti anche per l'obbligatorietà determinata dalla Regione e spesso presente in molti bandi a carico dei Comuni: infatti, ormai senza il cofinanziamento non si puo' ottenere in diversi programmi alcun finanziamento! Ma, in ogni caso negli ultimi undici anni si sono contratti mutui per meno del 4% rispetto all'ammontare complessivo dei finanziamenti ottenuti da Gairo, Comune che è stato evidentemente bravo con i suoi Amministratori ad attingere da altri programmi di finanziamento ove non era richiesto il cofinanziamento;
6. E' chiaro che poi un bravo Amministratore deve cercare di selezionare quali programmi attuare e quali no: in tal senso, penso che tutti nelle Amministrazioni Marceddu si siano dimostrati attenti alle esigenze dello sviluppo e dell'occupazione, saggi lungimiranti, accorti e cauti. Certo i problemi dei blocchi creati dal PPR un'infausta fase della nostra Regione ha gravemente nociuto al Comune di Gairo ed alla Sardegna (come denunciato a tutto campo da soggetti della stessa parte politica di chi esprimeva vergognose e assurde politiche di vincolo che hanno portato nel 2005-2006 a classificare ad esempio il Perda ‘e Liana come territorio costiero!) impedendo di attuare quello sviluppo pianificato ed alla portata del nostro Comune e dell'isola. Sono rimaste soddisfazioni minori di quelle che pensavamo possibili, anche con le assunzioni dei Cantieri Verdi di cui si parlerà dopo si raccolgono solo le briciole di quel che si sarebbe potuto attivare e che non sappiamo se riusciremo con l'attuale rinnovato impegno pienamente a recuperare, ma la colpa e la responsabilità non è del Comune che ha subito, ma di chi , ben noto misantropo, ha paralizzato l'intera Sardegna!
7. Inoltre, evidentemente, ciascuno ha una sua sensibilità che puo' portare a preferire una cosa anziché un'altra, ma non mi si venga a dire che il miglioramento funzionale-estetico di un paese assurdamente costruito come Gairo o la sua frazione non meritino attenzione perché sarebbe un eresia che confligge con la sensibilità della cittadinanza. Al'uopo, sarebbe auspicabile che la Minoranza chiarisse la propria posizione, stante la diversità di vedute (Lorrai dichiara di essere contrario all'arredo urbano, Piras sollecita per migliorare esteticamente il paese!);
8. Il cofinanziamento ipotizzato - il programma ancora non è stato finanziato - con la precedente seduta di Consiglio, cosiddetto CIVIS 2, mira per l'appunto a perseguire soprattutto tale obiettivo creando anche dei percorsi di agevolazione per le intraprese artigiane e commerciali;
9. Un ulteriore specificazione va fatta ricordando ai meno esperti conoscitori della macchina regionale che i Bandi sono stringenti e prevedono solo l'attuazione di certe azioni e non tutto quello che si vuole! Ogni bando ha un suo obiettivo ed i soldi stanziati sono quasi sempre a destinazione rigidamente vincolata.
10. L'avviso dell'Assessorato Regionale al Turismo che allego alla presente dichiarazione dimostra, oltretutto, l'inutilità delle affermazioni espresse dal Consigliere Lorrai durante la seduta del C.C. del 14/09/20111: infatti, il passaggio e l'approvazione della delibera in C.C. è stato un fatto facoltativo e non obbligatorio, avendo la Giunta tale possibilità ai sensi dell'art. 13 del Bando e potendo la delibera essere portata in C.C. anche dopo il 20° giorno dai termini di scadenza del Bando medesimo. L'accelerazione determinatasi volutamente portando la proposta all'attenzione del C.C. è avvenuta proprio nell'ottica del coinvolgimento immediato, e non a posteriori, come sarebbe potuto benissimo avvenire, dopo una delibera legittima di Giunta.

F.to Il Sindaco di Gairo
Roberto Marino Marceddu

La presente dichiarazione è estratta dal Verbale di seduta del Consiglio Comunale n. 45 del 30/09/2011 consultabile integralmente nello spazio ''Delibere'' del presente sito internet, o cliccando sul seguente link:

http://78.110.185.34/gairo/de/at_p_delib_dettag.php?x=cf2a141655d4af57dfaa9bda66891dca&ATPRSER=15179&pag=&ATPRTIP=&ATPRNUD=&anno_delibere=&delibera_dal=&delibera_al=&ATPRGDE=&ATPRCAS=&ATPRCUF=&servizio=26

Link di riferimento

http://78.110.185.34/gairo/de/at_p_delib_search.php?x=bf253b0063d22bca8be0441f63ff5183&impresa=&cod_fis=&servizio=26

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Dichiarazione del Sindaco dle 30 settembre 2011 Formato pdf 193 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto